Come scegliere i libri per lo studio e per le ricerche universitarie

Libri di studio universitari: sono davvero tutti uguali?

L’università è un momento cruciale della vita, nel quale le competenze si raffinano e si specializzano. A parte rari casi, lo studio universitario risulta di solito molto più agevole di quello precedente, perché si sceglie una facoltà affine alla propria personalità ed è quindi difficile incontrare materie che non piacciono.

I libri di studio, però, sono sempre uno scoglio da superare, perché anche se i professori indicano dei testi di riferimento su cui condurre la preparazione per l’esame, a volte si può desiderare consultare anche altri testi.
Per quanto riguarda le materie scientifiche, la parola d’ordine è sicuramente novità. I testi sono in continuo aggiornamento perché, soprattutto nel campo delle scienze mediche e fisiologiche e in quello dell’ingegneristica, le scoperte e le invenzioni sono quasi all’ordine del giorno.
Per questo motivo, oltre ai libri di studio indicati dal docente e magari tenuti come base solida di riferimento da molti anni a questa parte (ad esempio gli atlanti con le tabelle anatomiche), se si vuole ampliare la propria preparazione bisogna sicuramente scegliere dei testi di nuovissima edizione o degli articoli scientifici appena pubblicati. In questo modo si ha la garanzia di arrivare a comprendere lo stato dell’arte in quella disciplina attraverso gli studi più recenti e quindi scientificamente più avanzati.
Per le materie umanistiche, invece, il discorso è più complesso. I testi di studio proposti sono spesso vecchissimi perché magari scritti da un autore ritenuto un pilastro in quella disciplina, che anche se in pensione o addirittura deceduto da molti anni può continuare a fare luce su un argomento come nessuno dopo di lui ha più fatto.

In questo caso, tenendo i testi di riferimento come punto di partenza, si può studiare su testi più recenti scegliendo come criterio di selezione quello dell’autore. La biografia dei professori che scrivono testi universitari di tipo umanistico è importante, conta sapere l’autorevolezza di quel docente in quell’ambito e gli studi compiuti durante la sua formazione: solo così il testo potrà o meno essere ritenuto attendibile per lo studio.

Non mancano le riviste specializzate anche nei settori umanistici, nelle quali è possibile, con spirito di ricerca, trovare anche degli articoli e dei contributi sui quali studiare, che sono di solito molto validi dal punto di vista scientifico perché esaminati da una commissione specializzata.

Le ricerche universitarie e i libri su cui condurle

Quando capita di fare una ricerca universitaria per esempio quella che precede la stesura della tesi oppure il reperimento di materiale per articoli e tesine, a volte si ha la sensazione di non sapere da dove partire. Su molti argomenti, infatti, la bibliografia è così vasta che orientarsi diventa davvero difficile.
Un buon punto di partenza sono sicuramente i volumi di tipo enciclopedico, tra i quali si annoverano enciclopedie, dizionari, atlanti e bibliografie. Qui si può trovare una razionalizzazione della conoscenza ed avere un quadro chiaro del taglio che si vorrà dare alla ricerca (e questo vale sia in ambito scientifico che umanistico).

Dopo questa ricerca preliminare, bisogna selezionare tutto il materiale che fa al caso proprio con lo stesso criterio di prima, ovvero autorevolezza dell’autore o del volume, novità degli studi e corposità di contenuto.

Cosa serve per praticare gli sport da combattimento

Per poter essere in grado di poter praticare sport da combattimento, basterà semplicemente sfruttare alcuni consigli che risultano essere semplici e che permetteranno di poter portare al termine questo particolare obiettivo.

Concentrazione e costanza

Questi due concetti non riguardano un tipo di elemento tangibile che potrà essere toccato con mano.
Ogni persona che intende praticare lo sport da combattimento deve essere in grado di seguire le diverse lezioni con tanta costanza e concentrazione.
Questo per un semplice motivo: come per ogni altro ambito che caratterizza la vita di una persona, anche negli sport da combattimento sarà necessario cercare di impegnarsi al massimo per poter evitare delle situazioni che risultano essere tutt’altro che piacevoli da affrontare.
Grazie a questo modo da comportarsi, sarà possibile poter riuscire ad ottenere il massimo livello di soddisfazione.

L’attrezzatura tecnica

Ovviamente non deve mancare l’attrezzatura tecnica, che permette di poter riuscire ad evitare di andare incontro a delle conseguenze che risulta essere tutt’altro che piacevoli.
Come prima cosa sarà necessario utilizzare un caschetto protettivo da ring ed i paradenti: questo per evitare che, a causa di un colpo subito accidentalmente e portato in maniera poco attenta, potrebbe comportare dei traumi facciali ed anche la perdita di qualche dente.
Importante anche cercare di sfruttare le protezioni per le mani e gomiti: i guanti da combattimento serviranno per proteggere le ossa e muscolatura delle mani, evitando anche in questo caso dei traumi che potrebbero essere tutt’altro che piacevoli da vivere in prima persona.
Stesso discorso per ginocchia, stinchi e piedi: l’attrezzatura tecnica non deve mai essere assente in quanto anche le leve inferiori possono essere coinvolte nel combattimento ed essere utilizzate come arma d’offesa.
Ed ovviamente non deve mancare la protezione per gli organi genitali: la conchiglia risulterà essere necessaria per evitare di provare un dolore alle parti intime.
Le donne potranno utilizzare anche il reggiseno protettivo, in maniera tale da ammortizzare eventuali colpi che vengono portati alla zona del seno.
Come altro tipo d’attrezzatura sarà importante cercare di utilizzare anche una borsa che permette di poter riuscire a portare in palestra i diversi elementi tecnici protettivi.

Regime alimentare corretto ed esercizio fisico

Sarà possibile anche cercare di seguire un regime alimentare idoneo che permette di mantenere il corpo un un ottimo stato di forma utile per poter affrontare le varie sessioni d’allenamento.
Il maestro sarà in grado di offrire una dieta che risulta essere precisa e perfetta per poter effettuare questo particolare tipo di attività sportiva.
Ovviamente, qualche piccolo sgarro potrà essere effettuato, senza che vi possano essere complicazioni, a patto che non si esageri troppo.
Da aggiungere anche un allenamento fisico personale: gli esercizi che vengono segnalati dal maestro devono essere compiuti, in maniera tale da potersi presentare in palestra senza che, il proprio corpo, possa non essere in una forma ideale per poter affrontare le diverse sessioni di allenamento.

Ceramiche per la casa, moda e tendenze

Le tendenze più recenti in materia di ceramiche per la casa sono riassumibili in alcune parole chiave: armonia, eleganza, originalità e cura del dettaglio. In un dialogo continuo con l’architettura, il design degli interni deve essere in grado di garantire un’armonia equilibrata ed elegante tra i colori impiegati e le diverse tipologie di superfici presenti.

Inoltre ogni ambiente della casa deve essere rappresentativo dell’identità di chi ne usufruisce, rivestito e decorato in maniera necessariamente originale, con una particolare cura dei dettagli. In linea con queste tendenze, sono nate le collezioni di ceramiche per l’arredamento più all’avanguardia, sia sotto il profilo tecnologico che estetico.

Alcune aziende trasformano le lastre di gres porcellanato ultrasottile, Kerlite, in vere e proprie opere d’arte con cui ornare le superfici verticali e orizzontali, senza rinunciare al soddisfacimento dei requisiti tecnici. Si tratta di un materiale contraddistinto da particolari caratteristiche: spessore di circa 3.5 mm, peso contenuto, resistenza all’umidità e all’usura elevata e buona durabilità.
Tali proprietà ne consentono lo stampaggio in alta definizione. La varietà dei disegni possibili assicura l’originalità del risultato. Si passa da motivi realistici di tipo floreale a schizzi abbozzati di forme naturali, fino a scritte tipografiche e figure geometriche rigide.

Sempre di moda è il gres effetto pietra e in modo particolare il gres effetto marmo. Si cerca di riproporre negli ambienti domestici l’eleganza di un materiale naturale, quale il marmo, e contemporaneamente riprodurne le ottime proprietà meccaniche. I vantaggi rispetto all’uso del marmo vero e proprio sono molteplici: minore incidenza di difetti, esigenza di manutenzione ridotta, migliore resistenza agli attacchi chimici e maggiore flessibilità delle dimensioni delle lastre.

Un’altra tendenza consiste nell’imitare le essenze del legno. Piastrelle in ceramiche gres effetto legno vengono prodotte per rivestimenti sia verticali che orizzontali. Fungono da alternativa dunque non solo al parquet ma anche all’intonaco delle pareti, offrendo da un lato la possibilità di godere dell’aspetto caldo e accogliente del legno e dall’altro di sfruttare al massimo le prestazioni meccaniche del gres.

Una soluzione adottata sempre più frequentemente è l’uso di piastrelle a effetto cementine in coppia con piastrelle a tinta unita. Le prime si ispirano alle cementine o pastine ottocentesche, risalenti all’invenzione del cemento Portland, ma sono ottenute a seguito di lavorazioni industriali, utilizzando gres porcellanato e superfici atte a ricevere disegni in stampa. Rispetto alle mattonelle antiche, sono chiaramente più maneggevoli, perché più leggere, e si prestano ad essere poste in opera anche in ambienti esterni, esposti all’azione degli agenti atmosferici

Le decorazioni più diffuse sono di tipo floreale e geometrico, con colori opportunamente abbinati, così da avere sempre un effetto di globale armonia. La forma è in genere quella tradizionale di un quadrato di lato venti o trenta centimetri. Infine la modularità e le ridotte dimensioni della singola piastrella consentono di comporre in modi sempre nuovi i disegni, ottenendo un risultato di volta in volta unico e irripetibile.

Come decorare la casa in vista del Natale

Esistono svariate idee per decorare la propria casa in vista del Natale e renderla un ambiente estremamente piacevole per i giorni di festa.
Infatti con l’avvicinarsi del Natale sono moltissimi coloro che cercano di creare la giusta atmosfera di festa.

La scelta è molto ampia e si possono creare degli ottimi elementi decorativi natalizi col fai da te o anche acquistarli già pronti presso i negozi.

Dopo aver individuato gli spazi della casa da decorare, si potrebbe procedere come primo step all’utilizzo di accessori ed oggetti con i colori tipici del Natale. Ecco perché si potrebbe utilizzare qualche semplice elemento decorativo con il rosso o il verde o anche con rappresentazioni che rimandino al periodo natalizio.

Con l’inizio dell’Avvento, ovvero il periodo che precede il Natale, si potrebbe pensare di decorare la casa con il cosiddetto Calendario dell’Avvento. Ne esistono di tante tipologie, da quelli in legno fino ad arrivare a quelli in tessuto:
a seconda delle caratteristiche dell’ambiente da decorare si può scegliere quello migliore.
Tra le decorazioni maggiormente sottovalutate ci sono anche quelle alle finestre. Queste possono donare colore agli ambienti interni anche in quelle giornate buie e in cui il tempo non è bello. Ecco perché si potrebbe ottenere un risultato molto piacevole dal punto di vista estetico con dei nastri. Si può acquistare dello stencil per il vetro con cui rifinire i bordi del vetro della finestra: questo contribuirà a creare una cornice che si sposa alla perfezione con l’atmosfera natalizia.
Così come potrebbero essere molto utili anche delle palline di Natale da attaccare alla finestra o anche al soffitto di una stanza. Questo creerà una decorazione natalizia molto originale, purché non si ecceda: infatti è fondamentale fare in modo che l’ambiente risulti elegantemente colorato senza creare contrasti cromatici poco piacevoli per l’occhio.
Tra i materiali migliori per creare delle originali decorazioni di Natale non si possono non citare il feltro e la pasta di sale. Il primo è molto conveniente per creare delle palline di Natale da attaccare all’albero che diventerà così molto particolare e sicuramente unico. Per quanto riguarda la pasta di sale, invece, si può utilizzare per dar vita a delle forme tipiche del Natale: un pupazzo di neve, un Babbo Natale o anche un semplice abete. Una volta creato sarà molto semplice anche colorarlo per renderlo perfetto come decorazione fai da te del Natale.
Un’ottima idea per creare la giusta atmosfera natalizia è anche quella di utilizzare delle sostanze naturali che contribuiranno a creare un ambiente natalizio molto curato e gradevole anche per gli ospiti della casa.

Soluzione vantaggiosa può diventare quella di inserire in alcune parti della casa pigne, ghiande o iuta che possono essere decorate e colorate a proprio piacimento.
Senza dimenticare anche il presepe che può essere creato in modo originale o si possono acquistare dei modelli particolari. Ci sono alcune aziende che mettono in vendita presepi davvero originali, fatti di vario materiale. Chi invece vuole creare qualcosa di carino e fatto a mano potrebbe scegliere di creare un presepe con materiali di riciclo, ad esempio, o anche vecchie scatole di cucina.