I migliori Portafogli, tipi, mode e tendenza

I portafogli sono degli accessori che non possono mancare nelle tasche delle persone, in cui tenere i propri soldi e le carte di credito senza problemi.

Questi oggetti, perfetti per la conservazione degli effetti personali e dei documenti, sono un classico evolutosi nel tempo, a seconda dei gusti e delle mode che si sono succedute nel corso degli anni. In commercio sono presenti portafogli di tutti i tipi e le forme, che accontenteranno tanto i gusti maschili quanto quelli femminili in virtù della loro grande varietà. Ecco come scegliere i migliori tipi di portafogli, a seconda delle tendenze del momento o delle mode più ricorrenti.

Portafoglio classico in pelle

Il modello intramontabile di portafoglio, ancora oggi sinonimo di classe e stile, è senza dubbio rappresentato dal borsello in pelle. Le marche che realizzano questo accessori sono diverse e comprendono grandi brand, come Tommy Hilfiger oppure Calvin Klein.
Per avere un portafoglio adatto al proprio stile niente meglio del colore nero, più discreto rispetto al classico marrone. Le ultime creazioni in fatto di design hanno leggermente modificato la classica forma ad angolo, rendendo il portafoglio più tondo. Chi è alla ricerca del più vero urban style non potrà che rimanere conquistato dai borselli in pelle nera.

Portafoglio elegante in cuoio

Più caro e raffinato del precedente, il portafoglio in cuoio non è particolarmente diffuso, ma rappresenta una specie di status symbol per certe categorie di persone. La realizzazione artigianale, la minuziosa attenzione per i dettagli e la qualità della materia utilizzata sono elementi che rendono di eccellente pregio i borselli in pelle. La morbidezza e la traspirabilità dell’accessorio costituiscono le caratteristiche principali di questi portafogli. Chi è alla ricerca dell’autentico Made in Italy non sbaglierà a indirizzarsi su uno di questi splendidi prodotti.

Portafoglio sottile e minimalista

Chi bada all’essenziale nella vita verosimilmente non potrà rinunciare a uno dei portafogli proposti dal brand Dardon, come il celebre Magic Wallet. Si tratta di un borsello davvero minimalista, decisamente sottile e perfetto da inserire nella tasca dei propri jeans, senza ulteriore peso da sostenere. Quando si sceglie uno di questi accessori bisogna fare attenzione alla propria carta di identità, dato che molti di questi borselli sono troppo piccoli per contenerla.
I portafogli sottili possono essere fabbricati in diversi materiali, dal cuoio alla pelle di bovino, e presentano un ferma soldi che consente di tenere ferme le banconote. Chi viaggia senza tanti soldi appresso rimarrà piacevolmente sorpreso da questo borsello.

Portafoglio sportivo e da viaggio

Gli amanti degli sport e del movimento, in sostanza quanti non riescono proprio a rimanere fermi, possono optare per dei borselli impermeabili e resistenti al sudore. In commercio sono presenti diversi portafogli impermeabili, che possono essere riposti nelle tasche della propria felpa durante la corsa. Eastpak e The North Face sono due tra le marche che propongono i prodotti con gli standard qualitativi più alti e riusciranno a garantire la massima comodità e praticità a chi è sempre attivo.

I migliori ferri da stiro, tipi e recensioni

Un buon ferro da stiro rientra in quella categoria di piccoli elettrodomestici indispensabili per la casa, soprattutto se non intendete sprecare denaro affidandovi periodicamente ad una lavanderia. Un ferro da stiro di qualità, inoltre, non solo vi faciliterà il lavoro in fase di stiratura, ma vi eviterà anche inutili perdite di tempo, che al contrario si possono avere utilizzando un ferro da stiro mal funzionante o di scarsa qualità.
A tal proposito, quindi, risulta evidente che per migliorare il proprio stile di vita è necessario acquistare un ferro da stiro di ottima fattura, valutandone tutti i pro e contro, se presenti, e scegliendo naturalmente il prodotto più adatto alle vostre esigenze.
Di seguito sono recensiti alcuni dei modelli caratterizzati da ottime recensioni e rapporto qualità-prezzo. Prima, però, dovete conoscere le caratteristiche peculiari che differenziano un ferro da stiro di qualità da un prodotto mediocre.

Come scegliere il miglior ferro da stiro

Innanzitutto bisogna sapere che in commercio si possono trovare due diverse tipologie di ferro da stiro: con caldaia separata, ossia con il serbatoio non incluso nella manica, e con caldaia integrata. In entrambi i casi, l’elemento più importante è la piastra, che può essere di diversi materiali: acciaio inox, teflon o alluminio.
Quest’ultima, inoltre, può avere diverse forme e dimensioni, quindi in fase d’acquisto è necessario valutare anche quale piastra si adatta meglio alle proprie esigenze.
Altri elementi, invece, che influenzano la qualità di questo piccolo elettrodomestico sono:

Potenza

la potenza elettrica del ferro da stiro, espressa in watt, determina la velocità con cui il prodotto riesce a generare vapore, se la caldaia è presente, e influenza la temperatura massima che il ferro da stiro può raggiungere. In definitiva, quindi, maggiore è la potenza dichiarata del dispositivo e migliore sarà la qualità del prodotto.

Capacità del serbatorio

un altro degli aspetti più importanti del ferro da stiro è la capacità del serbatoio. Infatti, mentre questa può raggiungere tranquillamente alcuni litri nei ferri da stiro con caldaia separata, in quelli col serbatoio incluso la capacità massima si aggira intorno ai 250-500 millilitri, rendendo necessaria la ricarica più volte in fase di stiratura.

Sistemi anti-calcare

i ferri da stiro di fascia alta, solitamente, integrano un particolare sistema ad azione ionica per prevenire la formazione di calcare nei fori della piastra e all’interno del serbatoio. Tale caratteristica permette di avere un prodotto con un’altissima longevità.

Quali sono i migliori modelli da acquistare?

Rowenta DG8960 Silence Steam Eco Energy

In ordine decrescente sia per prezzo che qualità, questo ferro da stiro a vapore con caldaia esterna eccelle praticamente in tutto, dalla potenza di erogazione del vapore altissima alla silenziosità mai vista su un prodotto del genere. Il Rowenta DG8960 conta una pressione del getto di vapore pari a 7 bar, integra un sistema anticalcare brevettato e una piastra con ben 400 micro-fori.

Polti Vaporella 535 Eco Pro

Dal prezzo decisamente contenuto, questo ferro da stiro è caratterizzato da un ottimo rapporto qualità-prezzo e offre una qualità di stiratura di gran lunga superiore ai ferri da stiro con caldaia integrata.

Rowenta DW6010 Eco Intelligent

Chi cerca un prodotto ergonomico e allo stesso tempo vuole avere un occhio di riguardo per il proprio budget non può scegliere di meglio. Questo ferro da stiro con caldaia integrata, infatti, nonostante le sue modeste dimensioni ha una potenza pari a 2400watt, ha una piastra in acciaio inossidabile e un serbatoio per l’acqua di ben 300ml.

I 5 migliori barbecue da giardino

Trascorrere un pomeriggio in compagnia di amici o familiari è un passatempo molto apprezzato dalla gente, soprattutto durante la bella stagione.
Il giardino è il luogo perfetto per passare istanti di grande piacere, assaporando qualche specialità preparate alla brace, sulla piastra del proprio barbecue. In commercio esistono vari tipi di vani cottura, in pietra, muratura oppure in acciaio, fissi oppure mobili. Ecco 5 tra i migliori barbecue con cui ravvivare il proprio giardino e intrattenere gli ospiti e gli invitati.

Barbecue Weber a carbone

Uno dei barbecue più gettonati è senza dubbio quello Weber, brand leader nella produzione di accessori e prodotti per il proprio giardino. Grazie alle sue dimensioni compatte, alle griglie in acciaio che faranno cuocere ottimamente carne, pesce, verdure e tutte le pietanze che vengono inserite, e alle valvole di aerazione, il barbecue a carbone Weber è pronto a far breccia nel cuore di tutti gli amanti delle grigliate. Il diametro del piano cottura è variabile e va dai 47 ai 57 cm, sufficienti per sfamare un bel gruppo di persone.

Campingaz Expert Plus Barbecue Gas

Va subito detto che si possono ottenere superbe grigliate pure con un impianto a gas. Quest’ultimo risulta più economico rispetto al precedente e sfrutta il gas di petrolio liquefatto (GPL) o gas naturale come fonte di combustione. Uno dei migliori BBQ di questo tipo è senza dubbio il Campingaz Expert Plus Barbecue Gas, che misura 100 x 50 x 60 cm e pesa 30 kg. Grazie a bruciatori in acciaio inox e una superficie in pietra lavica, ideale per le grigliate, anche con il gas si potranno avere eccellenti pranzi.

Barbecue Arapaho a legna

Facilmente trasportabile, grazie alle ruote alla sua base, il barbecue Arapaho è alimentato a legna ed è dotato di una serie di mensole ai piani inferiori. La griglia cromata superiore è regolabile in quattro posizioni differenti e permetterà di cuocere le carni a seconda della posizione che più si predilige.
Con dimensioni totali di 107 x 53 cm, alle quali va aggiunta un’altezza di 90 cm, la struttura tubolare consentirà di ottenere ottime braciole e saporite salsicce.

Barbecue Smoker Tepro Wichita

Gli Stati Uniti sono la patria dei barbecue e tra i modelli americani non si può non citare lo snoker, ossia l’affumicatore. Uno dei marchi più celebri nella produzione di questo tipo di BBQ è Tepro, che con il Wichita ha dato vita a un prodotto dall’eccellente rapporto qualità-prezzo. Dotato di due aree per la cottura, una per l’affumicazione e l’altra per la cottura in griglia, il Tepro Wichita saprà conquistare tutti gli amanti delle costolette alla texana e non solo.

Blacktop 360 Party-Grill

Chi è alla ricerca di un barbecue dalle dimensioni ridotte e portatile rimarrà conquistato dal Blacktop 360 Party-Grill. Compatto e maneggevole, una volta aperto assume dimensioni paragonabili a quelle di un tavolino, occupando ben poco spazi. La piastra arriva fino ai 340°, con la possibilità di attivare al centro del BBQ una friggitrice, che arriva a una temperatura di 180°. Facile da pulire e perfetto per tutta la famiglia, questo grill renderà molto più belle le serate trascorse in giardino.

Come scegliere i libri per lo studio e per le ricerche universitarie

Libri di studio universitari: sono davvero tutti uguali?

L’università è un momento cruciale della vita, nel quale le competenze si raffinano e si specializzano. A parte rari casi, lo studio universitario risulta di solito molto più agevole di quello precedente, perché si sceglie una facoltà affine alla propria personalità ed è quindi difficile incontrare materie che non piacciono.

I libri di studio, però, sono sempre uno scoglio da superare, perché anche se i professori indicano dei testi di riferimento su cui condurre la preparazione per l’esame, a volte si può desiderare consultare anche altri testi.
Per quanto riguarda le materie scientifiche, la parola d’ordine è sicuramente novità. I testi sono in continuo aggiornamento perché, soprattutto nel campo delle scienze mediche e fisiologiche e in quello dell’ingegneristica, le scoperte e le invenzioni sono quasi all’ordine del giorno.
Per questo motivo, oltre ai libri di studio indicati dal docente e magari tenuti come base solida di riferimento da molti anni a questa parte (ad esempio gli atlanti con le tabelle anatomiche), se si vuole ampliare la propria preparazione bisogna sicuramente scegliere dei testi di nuovissima edizione o degli articoli scientifici appena pubblicati. In questo modo si ha la garanzia di arrivare a comprendere lo stato dell’arte in quella disciplina attraverso gli studi più recenti e quindi scientificamente più avanzati.
Per le materie umanistiche, invece, il discorso è più complesso. I testi di studio proposti sono spesso vecchissimi perché magari scritti da un autore ritenuto un pilastro in quella disciplina, che anche se in pensione o addirittura deceduto da molti anni può continuare a fare luce su un argomento come nessuno dopo di lui ha più fatto.

In questo caso, tenendo i testi di riferimento come punto di partenza, si può studiare su testi più recenti scegliendo come criterio di selezione quello dell’autore. La biografia dei professori che scrivono testi universitari di tipo umanistico è importante, conta sapere l’autorevolezza di quel docente in quell’ambito e gli studi compiuti durante la sua formazione: solo così il testo potrà o meno essere ritenuto attendibile per lo studio.

Non mancano le riviste specializzate anche nei settori umanistici, nelle quali è possibile, con spirito di ricerca, trovare anche degli articoli e dei contributi sui quali studiare, che sono di solito molto validi dal punto di vista scientifico perché esaminati da una commissione specializzata.

Le ricerche universitarie e i libri su cui condurle

Quando capita di fare una ricerca universitaria per esempio quella che precede la stesura della tesi oppure il reperimento di materiale per articoli e tesine, a volte si ha la sensazione di non sapere da dove partire. Su molti argomenti, infatti, la bibliografia è così vasta che orientarsi diventa davvero difficile.
Un buon punto di partenza sono sicuramente i volumi di tipo enciclopedico, tra i quali si annoverano enciclopedie, dizionari, atlanti e bibliografie. Qui si può trovare una razionalizzazione della conoscenza ed avere un quadro chiaro del taglio che si vorrà dare alla ricerca (e questo vale sia in ambito scientifico che umanistico).

Dopo questa ricerca preliminare, bisogna selezionare tutto il materiale che fa al caso proprio con lo stesso criterio di prima, ovvero autorevolezza dell’autore o del volume, novità degli studi e corposità di contenuto.

Gli Accessori da Cucina di cui non puoi fare a meno

In questo periodo hanno molto successo trasmissioni culinarie e gare a colpi di aspiranti chef che sfornano le migliori prelibatezze e che sicuramente ci invogliano a sperimentare un po’ di più tra i fornelli. Ma non tutti siamo cuochi provetti e non tutti possiamo avere nella nostra cucina domestica tutti gli strumenti che vediamo usare in TV.
E, diciamoci la verità, la maggior parte di quegli attrezzi non sono assolutamente indispensabili.

Quindi cosa è davvero necessario acquistare per avere una cucina sufficientemente attrezzata per realizzare qualche piatto da master chef?

Prima di tutto un buon set di coltelli, magari da tenere ordinati nell’apposito ceppo di legno: un coltello seghettato per affettare il pane, un coltello da chef o tranciante con la lama larga, un coltello per verdure, uno spelucchino per pelare con precisione.
Tutti i coltelli vanno utilizzati appoggiandosi su un tagliere, meglio se di legno. Prevediamone un paio, di misure diverse
per la nostra cucina.

Siamo in Italia, quindi non può mancare una pentola capiente per cuocere la pasta e ovviamente uno scolapasta in metallo o plastica.
Se avete una cucina davvero piccola, per risparmiare spazio potete optare anche per una pentola con scolapasta incorporato nel coperchio o per una pentola dotata di cestello forato.
Vi servirà poi un tegame per cuocere il sugo e due o tre padelle o casseruole per tutte le altre realizzazioni (carne, pesce, verdure, frittate, risotti, ecc. )., una o due teglie per torte dolci e salate e preparati per il forno in generale.
Se avete poco tempo per cucinare potrebbe esservi utile una pentola a pressione con il suo cestello, in questo modo dimezzate i tempi di preparazione dei cibi, oltre a beneficiare del sano metodo di cottura a vapore.
Avrete bisogno di qualche mestolo in legno e di una spatola in silicone utilissima, per esempio, per ripulire perfettamente il contenitore dove abbiamo preparato l’impasto della torta per metterla in teglia.
Se abbiamo intenzione di cucinare parecchio, ci saranno d’aiuto alcuni accessori da cucina ed elettrodomestici fondamentali come un piccolo tritatutto o minipimer, un buon robot da cucina multifunzione e, se pensiamo di dedicarci ai prodotti da forno lievitati (pane, pizza, focaccia) verrà da sè l’esigenza di acquistare una buona impastatrice, ottima anche per la realizzazione di alcuni dolci.
Una bilancina per pesare gli ingredienti con precisione è sicuramente irrinunciabile, cosi come tutta una serie di piccoli attrezzi che ci semplificano la vita (colino, cavatappi, apriscatole, imbuto, mattarello, sottopentola, rotella per la pizza, grattugia, spremiagrumi e una serie di contenitori con coperchio per frigo/frezeer di varie dimensioni).
A parte il necessario per realizzare le ricette, dovremo anche prevedere l’indispensabile per apparecchiare la tavola, calibrato sul numero dei componenti della famiglia ed eventuali ospiti. In commercio si trovano set di piatti, bicchieri e posate già pronti per 6 o 12 persone, ma nulla vieta di acquistare ogni articolo singolarmente nella quantità che ci è più comoda.
Quindi piatti piani, fondi e da frutta, bicchieri (magari di due misure), forchette, coltelli, cucchiai e cucchiaini, tazzine da caffè, tazze per la colazione, ciotole da macedonia e qualche vassoio da portata. Una bella tovaglia colorata che rallegri l’ambiente e saremo pronti per andare a tavola.

Cosa serve per praticare gli sport da combattimento

Per poter essere in grado di poter praticare sport da combattimento, basterà semplicemente sfruttare alcuni consigli che risultano essere semplici e che permetteranno di poter portare al termine questo particolare obiettivo.

Concentrazione e costanza

Questi due concetti non riguardano un tipo di elemento tangibile che potrà essere toccato con mano.
Ogni persona che intende praticare lo sport da combattimento deve essere in grado di seguire le diverse lezioni con tanta costanza e concentrazione.
Questo per un semplice motivo: come per ogni altro ambito che caratterizza la vita di una persona, anche negli sport da combattimento sarà necessario cercare di impegnarsi al massimo per poter evitare delle situazioni che risultano essere tutt’altro che piacevoli da affrontare.
Grazie a questo modo da comportarsi, sarà possibile poter riuscire ad ottenere il massimo livello di soddisfazione.

L’attrezzatura tecnica

Ovviamente non deve mancare l’attrezzatura tecnica, che permette di poter riuscire ad evitare di andare incontro a delle conseguenze che risulta essere tutt’altro che piacevoli.
Come prima cosa sarà necessario utilizzare un caschetto protettivo da ring ed i paradenti: questo per evitare che, a causa di un colpo subito accidentalmente e portato in maniera poco attenta, potrebbe comportare dei traumi facciali ed anche la perdita di qualche dente.
Importante anche cercare di sfruttare le protezioni per le mani e gomiti: i guanti da combattimento serviranno per proteggere le ossa e muscolatura delle mani, evitando anche in questo caso dei traumi che potrebbero essere tutt’altro che piacevoli da vivere in prima persona.
Stesso discorso per ginocchia, stinchi e piedi: l’attrezzatura tecnica non deve mai essere assente in quanto anche le leve inferiori possono essere coinvolte nel combattimento ed essere utilizzate come arma d’offesa.
Ed ovviamente non deve mancare la protezione per gli organi genitali: la conchiglia risulterà essere necessaria per evitare di provare un dolore alle parti intime.
Le donne potranno utilizzare anche il reggiseno protettivo, in maniera tale da ammortizzare eventuali colpi che vengono portati alla zona del seno.
Come altro tipo d’attrezzatura sarà importante cercare di utilizzare anche una borsa che permette di poter riuscire a portare in palestra i diversi elementi tecnici protettivi.

Regime alimentare corretto ed esercizio fisico

Sarà possibile anche cercare di seguire un regime alimentare idoneo che permette di mantenere il corpo un un ottimo stato di forma utile per poter affrontare le varie sessioni d’allenamento.
Il maestro sarà in grado di offrire una dieta che risulta essere precisa e perfetta per poter effettuare questo particolare tipo di attività sportiva.
Ovviamente, qualche piccolo sgarro potrà essere effettuato, senza che vi possano essere complicazioni, a patto che non si esageri troppo.
Da aggiungere anche un allenamento fisico personale: gli esercizi che vengono segnalati dal maestro devono essere compiuti, in maniera tale da potersi presentare in palestra senza che, il proprio corpo, possa non essere in una forma ideale per poter affrontare le diverse sessioni di allenamento.

Ceramiche per la casa, moda e tendenze

Le tendenze più recenti in materia di ceramiche per la casa sono riassumibili in alcune parole chiave: armonia, eleganza, originalità e cura del dettaglio. In un dialogo continuo con l’architettura, il design degli interni deve essere in grado di garantire un’armonia equilibrata ed elegante tra i colori impiegati e le diverse tipologie di superfici presenti.

Inoltre ogni ambiente della casa deve essere rappresentativo dell’identità di chi ne usufruisce, rivestito e decorato in maniera necessariamente originale, con una particolare cura dei dettagli. In linea con queste tendenze, sono nate le collezioni di ceramiche per l’arredamento più all’avanguardia, sia sotto il profilo tecnologico che estetico.

Alcune aziende trasformano le lastre di gres porcellanato ultrasottile, Kerlite, in vere e proprie opere d’arte con cui ornare le superfici verticali e orizzontali, senza rinunciare al soddisfacimento dei requisiti tecnici. Si tratta di un materiale contraddistinto da particolari caratteristiche: spessore di circa 3.5 mm, peso contenuto, resistenza all’umidità e all’usura elevata e buona durabilità.
Tali proprietà ne consentono lo stampaggio in alta definizione. La varietà dei disegni possibili assicura l’originalità del risultato. Si passa da motivi realistici di tipo floreale a schizzi abbozzati di forme naturali, fino a scritte tipografiche e figure geometriche rigide.

Sempre di moda è il gres effetto pietra e in modo particolare il gres effetto marmo. Si cerca di riproporre negli ambienti domestici l’eleganza di un materiale naturale, quale il marmo, e contemporaneamente riprodurne le ottime proprietà meccaniche. I vantaggi rispetto all’uso del marmo vero e proprio sono molteplici: minore incidenza di difetti, esigenza di manutenzione ridotta, migliore resistenza agli attacchi chimici e maggiore flessibilità delle dimensioni delle lastre.

Un’altra tendenza consiste nell’imitare le essenze del legno. Piastrelle in ceramiche gres effetto legno vengono prodotte per rivestimenti sia verticali che orizzontali. Fungono da alternativa dunque non solo al parquet ma anche all’intonaco delle pareti, offrendo da un lato la possibilità di godere dell’aspetto caldo e accogliente del legno e dall’altro di sfruttare al massimo le prestazioni meccaniche del gres.

Una soluzione adottata sempre più frequentemente è l’uso di piastrelle a effetto cementine in coppia con piastrelle a tinta unita. Le prime si ispirano alle cementine o pastine ottocentesche, risalenti all’invenzione del cemento Portland, ma sono ottenute a seguito di lavorazioni industriali, utilizzando gres porcellanato e superfici atte a ricevere disegni in stampa. Rispetto alle mattonelle antiche, sono chiaramente più maneggevoli, perché più leggere, e si prestano ad essere poste in opera anche in ambienti esterni, esposti all’azione degli agenti atmosferici

Le decorazioni più diffuse sono di tipo floreale e geometrico, con colori opportunamente abbinati, così da avere sempre un effetto di globale armonia. La forma è in genere quella tradizionale di un quadrato di lato venti o trenta centimetri. Infine la modularità e le ridotte dimensioni della singola piastrella consentono di comporre in modi sempre nuovi i disegni, ottenendo un risultato di volta in volta unico e irripetibile.

Come decorare la casa in vista del Natale

Esistono svariate idee per decorare la propria casa in vista del Natale e renderla un ambiente estremamente piacevole per i giorni di festa.
Infatti con l’avvicinarsi del Natale sono moltissimi coloro che cercano di creare la giusta atmosfera di festa.

La scelta è molto ampia e si possono creare degli ottimi elementi decorativi natalizi col fai da te o anche acquistarli già pronti presso i negozi.

Dopo aver individuato gli spazi della casa da decorare, si potrebbe procedere come primo step all’utilizzo di accessori ed oggetti con i colori tipici del Natale. Ecco perché si potrebbe utilizzare qualche semplice elemento decorativo con il rosso o il verde o anche con rappresentazioni che rimandino al periodo natalizio.

Con l’inizio dell’Avvento, ovvero il periodo che precede il Natale, si potrebbe pensare di decorare la casa con il cosiddetto Calendario dell’Avvento. Ne esistono di tante tipologie, da quelli in legno fino ad arrivare a quelli in tessuto:
a seconda delle caratteristiche dell’ambiente da decorare si può scegliere quello migliore.
Tra le decorazioni maggiormente sottovalutate ci sono anche quelle alle finestre. Queste possono donare colore agli ambienti interni anche in quelle giornate buie e in cui il tempo non è bello. Ecco perché si potrebbe ottenere un risultato molto piacevole dal punto di vista estetico con dei nastri. Si può acquistare dello stencil per il vetro con cui rifinire i bordi del vetro della finestra: questo contribuirà a creare una cornice che si sposa alla perfezione con l’atmosfera natalizia.
Così come potrebbero essere molto utili anche delle palline di Natale da attaccare alla finestra o anche al soffitto di una stanza. Questo creerà una decorazione natalizia molto originale, purché non si ecceda: infatti è fondamentale fare in modo che l’ambiente risulti elegantemente colorato senza creare contrasti cromatici poco piacevoli per l’occhio.
Tra i materiali migliori per creare delle originali decorazioni di Natale non si possono non citare il feltro e la pasta di sale. Il primo è molto conveniente per creare delle palline di Natale da attaccare all’albero che diventerà così molto particolare e sicuramente unico. Per quanto riguarda la pasta di sale, invece, si può utilizzare per dar vita a delle forme tipiche del Natale: un pupazzo di neve, un Babbo Natale o anche un semplice abete. Una volta creato sarà molto semplice anche colorarlo per renderlo perfetto come decorazione fai da te del Natale.
Un’ottima idea per creare la giusta atmosfera natalizia è anche quella di utilizzare delle sostanze naturali che contribuiranno a creare un ambiente natalizio molto curato e gradevole anche per gli ospiti della casa.

Soluzione vantaggiosa può diventare quella di inserire in alcune parti della casa pigne, ghiande o iuta che possono essere decorate e colorate a proprio piacimento.
Senza dimenticare anche il presepe che può essere creato in modo originale o si possono acquistare dei modelli particolari. Ci sono alcune aziende che mettono in vendita presepi davvero originali, fatti di vario materiale. Chi invece vuole creare qualcosa di carino e fatto a mano potrebbe scegliere di creare un presepe con materiali di riciclo, ad esempio, o anche vecchie scatole di cucina.

Black Friday: quello che c’è da sapere per non rimanere fregati

Il Black Friday è una iniziativa commerciale intrapresa da tutti i commercianti del mondo che il 25 novembre lanciano offerte speciali con sconti che superano anche il 50%

Iniziativa diffusa negli Stati Uniti oggi è diventato un must anche in europa e non solo, ecco quindi che il 25 novembre tantissimi negozi applicheranno sconti straordinari su migliaia di prodotti.

I più grandi store del mondo come Amazon, Ebay, BestBuy ed altri durante il black friday offrono tantissimi prodotti in offerta, sulla scia di questi seguono tantissimi altri negozi online.

Come e dove comprare?

Nel giorno del black friday tantissimi ecommerce offriranno sconti e proposte d’acquisto super vantaggiose ma bisogna stare molto attenti a dove e come comprare.

Conviene acquistare sicuramente prodotti già conosciuti e quindi di comprovata qualità e non farsi ingolosire da prodotti nuovi a prezzi stracciati in quanto potrebbero essere repliche di scarsa qualità.

E’ bene stare attenti a tutti gli sconti che superano il 50% visto che è molto difficile anche per i big riuscire a vendere con oltre la metà del prezzo di ribasso.

Gli acquisti conviene invece farli nei grandi shop di comprovata sicurezza come Amazon ad esempio oppure acquistare in negozi online dove abbiamo già acquistato in passato, facciamo attenzione ai siti che spuntano dal nulla in quanto potrebbero essere delle truffe.

Valutare e non farsi prendere dalla fretta

Purtroppo uno degli svantaggi per noi consumatori è il fatto che le offerte del black friday hanno una scadenza e spariscono nel giro di poche ore, viene naturale quindi l’acquisto d’impulso ma è proprio qui che si rischia di rimanere fregati. Meglio prendersi un quarto d’ora e pensarci prima di confermare l’acquisto.

Orologi per bambini: le migliori idee regalo

Gli orologi si sa da sempre hanno un grande fascino e nel corso della storia non sono mai rimasti fuori dal mondo della moda, anzi ne hanno spesso dettato il passo con stili sempre diversi.

L’orologio è da sempre uno strumento che unisce l’utile al dilettevole, ora nel mondo moderno dove sempre di più “il tempo è denaro” gli orologi diventano un accessorio indispensabile e bello da mostrare.

Se per noi adulti questo concetto è chiaro per i bambini quello che per noi risulta essere affascinante ed utile puo’ invece essere visto come inutile e noioso ecco quindi sorgere un problema specialmente quando decidiamo di regalare un orologio ad un bambino.

Idee regalo, orologi per bambini

Regalare un orologio ai bambini è un must specialmente quando i nostri piccoli “ometti” iniziano a crescere e si vuole innestare in loro il significato del tempo, l’orologio infatti è anche uno strumento didattico che insegna molte cose ma è importante non renderlo uno accessorio ingombrante e fastidioso altrimenti anziché portare un vantaggio porterà ad un odio.

Come sempre non è colpa dell’orologio se ai bambini non piace portarlo ma è nostra la colpa che spesso pretendiamo di mettere al polso nei nostri bimbi e delle nostre bimbe orologi impegnativi simili ai nostri da adulti, bisogna invece mettere in moto la fantasia ed andare incontro alle esigenze dei nostri piccoli per fare un regalo utile ed apprezzato.

Ecco qui di seguito alcuni spunti, alcune idee che sicuramente vi torneranno utili se volete regalare un orologio ad un bambino.

Orologi Casio per Bambini

E’ il grande classico, chi di noi non ha mai indossato un orologio della Casio?

Questo famoso marchio non solo esiste ancora ma negli ultimi tempi è anche tornato di moda e sono sempre di più le persone che li indossano sia nei giorni di lavoro (in quanto pratici e comodi) ma anche nei giorni di festa riportando in auge un must del passato che dona quel tocco vintage hi-tech che non stona.

La Casio però ha pensato a tutti infatti, anche se sono in pochi a saperlo, c’è una linea dedicata ai ragazzi ed anche ai bambini (la baby-g).

Ci sono diversi modelli di orologi casio per bambini ma sono tutti caratterizzati da alcuni aspetti che li rendono ottimi per farli apprezzare ai più piccoli, si tratta infatti di orologi molto comodi da indossare con cinturini in tessuto che non recano fastidio al braccio del bambino, sono orologi con corpo in plastica così da resistere allo stile di vita vivace dei nostri piccoli e sono particolarmente sgargianti come colore.

Inoltre questa serie di orologi offre molte funzioni digitali che forse non sono all”avanguardia con i modermi smartwatch ma sicuramente offriranno diversi elementi di svago per i bambini e le bambine che li indosseranno.

Orologi Lego

Orologi della lego? Ma state scherzando?!

No nessuno scherzo, anzi, gli orologi Lego esistono veramente e sono molto ricercati.

Conosciuta da tutti come l’azienda che ha inventato le costruzioni con cui ogni bambino (e non solo) gioca almeno per un periodo della vita, la Lego ha creato anche dei fantasiosi ed affascinanti orologi da polso che sono molto ricercati e molto apprezzati dai bambini.

I bambini si sa hanno molta fantasia, hanno quella creatività che spesso servirebbe a noi adulti specialmente quando dobbiamo fare un regalo e finiamo con l’acquistare prodotti banali…

Ecco quindi che se vogliamo uscire dagli schemi e fare un regalo apprezzato possiamo puntare su un orologio lego da polso che sicuramente i nostri piccoli apprezzeranno e porteranno volentieri magari vantandosi anche con gli amichetti a cui è stato regalato un classico orologio in acciaio inox.

Smartwatch

L’ultima idea regalo che vi proponiamo è forse discutibile e forse non da tutti puo’ essere approvato, stiamo parlando degli smartwatch.

Come tutti sapete ormai la tecnologia domina la scena e gli smartwatch sono entrati a gamba tesa anche nello storico ed intaccabile settore degli orologi conquistando o meglio prendendosi uno spazio importante tanto che secondo alcuni esperti di tecnologia in futuro metà delle persone che oggi indossa orologi tradizionali finirà col sostituirli con i moderni smartwatch.

E’ bene ricordare che ci sono anche pareri discordanti che etichettano gli “orologi ultratecnologici” solo come una moda del momento, un fuoco di paglia destinato a spegnersi presto lasciando intatto lo storico mondo degli orologi meccanici frutto di grande sapienza artigiana da centinaia di anni.

Se vogliamo anche gli smartwatch possono essere un modo per regalare un orologio ai bambini in modo gradito, sicuramente la tecnologia è ormai nel dna dei bambini di oggi e quindi non ci sarà bisogno di libretti di istruzioni per loro che sicuramente nel giro di qualche ora avranno imparato ad usarli senza problemi.

Conclusioni, un orologio per regalo

Ci piace sottolineare come le prime due idee proposte sono forse il giusto incontro tra tradizione e la fantasia/creatività necessaria per fare un regalo apprezzato ai nostri bimbi, stimolare la loro fantasia e non mettere ai loro piccoli polsi pensanti orologi classici è sicuramente la strada da seguire per non vedere il nostro regalo finire sotto il letto nel giro di qualche ora.